Matteo Chincarini

Presentazione

Dati personali

Nome: Matteo Chincarini
Colore degli occhi: Marroni
Colore dei capelli: Castano Scuro
Altezza (cm): 180
Peso (Kg): 67
Taglia: 44
Scarpe: 41
Data di nascita: 01/06/1988
Luogo di nascita: Riva del Garda (Tn)
Sesso: M
Residenza: Borgo Valsugana Trento Domicilio: Verona Trento

Percorso Formativo

FORMAZIONE ARTISTICA: Scuola triennale del Teatro Stabile di Verona con indirizzo recitazione- Scuola di danza "Studio danza" di Verona nei corsi di moderno e classica- Scuola per indossatori e modelli John Casablancas, modeling e career center, Roma- Corso di recitazione approfondendo il metodo Stanivslasky presso la scuola del Teatro S. Marco di Trento- Stage di Tango Argentino nella scuola di Daniele Mazzanti, Roma- Stage di latino americano presso lo IALS di Roma- Diploma di "Maestro D'arte" presso il liceo artistico A. Vittoria di Trento- ESPERIENZE PROFESSIONALI: 2011: spettacolo teatrale "Antigone" di Sofocle, nel ruolo del re Creonte, produzione del teatro stabile di Verona- Spettacolo di Danza moderna "Il baule Magico" con la scuola "studio danza" di Verona- Presentatore, ballerino e attore al "Che sera stasera show" spettacolo di cabaret e trasformismo- Campagna pubblicitaria per la scuola del Teatro Stabile di verona- Progetto video-fotografico Life Theater- 2010: Pubblicità "calzaturificio Fratelli Rossetti"- Spettacolo teatrale "Sogno di una notte di mezza estate" nel ruolo di Lisandro produzione del Teatro Stabile di Verona, regia Mario Monopoli- Spettacolo Hip Hop " Life" con la scuola Studio Danza di Verona, coreografie di Arianna Menichetti- Presentatore ballerino e attore al "Che sera stasera show" spettacolo di cabaret e trasformismo- Modello per Dido Fontana, fotografo art&fashion- Sceneggiatura e regia del cortometraggio "Sciopero"- 2009: Spettacolo teatrale "la selezione" produzione del teatro stabile di Verona, regia di David Conati- Spettacolo teatrale "Voce amica" di Dario Fò nel ruolo dello psicologo con la compagnia "Figli delle stelle"- Spettacolo teatrale "Le tre sorelle " nel ruolo del colonnello Versinin, con la compagnia "Figli delle stelle"- Spettacolo teatrale "L'alba delle libertà" produzione del teatro stabile di Verona, regia di Marco Ongaro- 2008: Comparsa cinematografica in: "Il giorno perfetto" di Ferzan Ozpetek- "Signorina Effe" di Wilma L'abbate- "Così vanno le cose" di Francesco Bovinò- 2007: Spettacolo jazz "Sognando la neve" con la compagnia "Fiocchi di neve"- Comparsa pubblicitaria "Vodafone, sei libero"- 2006: Musical "Aggiungi un posto a tavola" con la compagnia "Orizzonti" nel ruolo protagonista di Don Silvestro- Spettacolo di danza Jazz con la compagnia "Fiocchi di neve"- Spettacolo intinerante in costume d'epoca "La guerra dei rustici" nel ruolo del messaggero di corte- INFO FISICHE: Altezza: 180 Taglia: 44 Scarpe: 41 Occhi: Marroni Capelli: Castani DOCUMENTAZIONE ARTISTICA: Iscritto all'ENPALS matricola 2138867 Iscritto al collocamento nazionale dei lavoratori dello Spettacolo N. 151953

Dati professionali

Data di iscrizione alla lista collocamento lavoratori spettacolo: 2007-04-11
Numero matricola ENPALS: 2138867
Si propone per: Attore/attrice

Esperienze

Titolo:Sogno di una notte di mezza estate
Regia di:Mario Monopoli
Ruolo:Lisandro
Prodotto da:Teatro stabile di Verona
Ambito: Teatro
Titolo:Antigone
Regia di:Giulia Cailotto
Ruolo:re Creonte
Prodotto da:teatro stabile di Verona
Anno:2011
Ambito: Teatro
Titolo:Il baule magico
Regia di:Arianna menichetti
Ruolo:Mago
Prodotto da:studio danza
Anno:2011
Ambito: Teatro
Titolo:Le tre sorelle
Regia di:Lorena Guerzoni
Ruolo:Colonnello Versinin
Prodotto da:Orizzonti
Anno:2009
Ambito: Teatro
Titolo:Voce Amica
Regia di:Lorena Guerzoni
Ruolo:Dott. Valeri
Prodotto da:Orizzonti
Anno:2009
Ambito: Teatro
Titolo:Che sera stasera Show
Ruolo:presentatore, ballerino
Prodotto da:Cleriko show
Anno:2010
Ambito: Teatro
Titolo:Life
Regia di:Arianna menichetti
Ruolo:Ballerino
Prodotto da:Studio danza
Anno:2010
Ambito: Teatro

Lingue

Inglese: Scolastico

Note

Matteo Chincarini, nasce in provincia di Trento il 1 giugno 1988. Fin da piccolo coltiva la passione per l’arte e lo spettacolo, passione che gli è trasmessa dalla famiglia che lo avvicina sin da subito al panorama teatrale, artistico e rappresentativo. Il suo esordio teatrale risale all’anno 2000 quando a soli 12 anni interpreta un giovane ragazzo alle prese con i problemi di una piccola famiglia di campagna, in una commedia brillante di Giacomo Dell’Antonia “I nipoti dolenti posero” con una compagnia della provincia di Trento che gli permette di realizzare diversi spettacoli nella zona come “Il campo dei frati” e “La guerra dei rustici”. Nel 2006 Matteo viene contattato dalla compagnia “Orizzonti” per interpretare il personaggio di “Don Silvestro”, protagonista della commedia musicale di Garinei e Giovannini “Aggiungi un posto a tavola” ed è in seguito a questa esperienza che fiorisce la passione per la danza e Matteo inizia a cimentarsi nello stile jazz e contemporaneo, debuttando con due spettacoli di danza sul tema dei quattro elementi e il Moulin Rouge . Successivamente per iniziare ad avere una formazione di qualità, Matteo inizia a frequentare la scuola del Teatro San Marco di Trento improntata sul metodo Stanislavskij, che fungerà da guida artistica nell’intero percorso professionale, in quanto questa tecnica dell'attore e scrittore Russo lo mette in contatto tra la recitazione e i suoi stati d'animo più profondi e lo aiuta nelle varie interpretazioni. Nel 2007 dopo essersi diplomato “Maestro D’arte” al liceo artistico A. Vittoria di Trento, Matteo si trasferisce a Roma per studio e per avvicinarsi meglio all'ambiente dello spettacolo ; la formazione artistica di Matteo nella capitale spazia dalla danza classica al tango argentino nella scuola di Daniele Mazzanti e alla moda e al portamento presso la John Casablancas, nota scuola per indossatori e modelli, dove Matteo sperimenta il settore moda con servizi fotografici ed eventi. A Roma si cimenta in campo televisivo, pubblicitario e cinematografico con personaggi noti come Ferzan Ozpetek nel film “Il giorno perfetto”, Francesco Bovinò nel film “Così vanno le cose “e Wilma Labbate nel film “Signorina effe”che gli permettono di osservare il meccanismo cinematografico dall’interno partecipando attivamente a queste produzioni cinematografiche, appassionandolo ancora di più a quel mondo. Per inseguire la passione per il teatro Matteo si trasferisce a Verona dove inizia a far parte della scuola del Teatro Stabile che lo formerà sullo studio del personaggio, interpretazione e approfondimento delle tecniche di recitazione. Con lo Stabile di Verona si esibisce tra il 2009 e il 2011 in spettacoli quali “La selezione” di David Conati, “L’alba delle libertà” di Marco Ongaro: spettacolo con l'adesione del presidente della repubblica che tratta i temi della costituzione italiana, “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare nel ruolo del bel e coraggioso Lisandro, ruolo che lo aiuta ad entrare nell'ottica piu formale della recitazione e “Antigone” di Sofocle nel ruolo principale del re Creonte, personaggio enigmatico ed impegnativo per presenza scenica e ripetuti monologhi che gli fanno scoprire il lato classico del teatro. Matteo recita inoltre con la compagnia “Figli delle stelle” dove interpreta “Le tre sorelle” di Checôv nel ruolo del filosofo e sognante colonnello Versinin e “Voce amica” di Dario Fò nel ruolo dello psicologo alle prese con una paziente in una situazione molto delicata ma nello stesso tempo molto comica, ed è appunto per questo che il ruolo lo appassiona molto e lo diverte. Matteo si cimenta anche in campo fotografico come modello per il fotografo Dido Fontana con cui instaura un’assidua collaborazione e sperimenta svariate location fotografiche che rievocano uno stile trasgressivo costante. Contemporaneamente, decide di avvicinarsi al ruolo di sceneggiatore e regista e realizza il cortometraggio amatoriale “ Sciopero “ che approfondisce le tematiche dell’ integrazione sociale e della convivenza universitaria. Nel frattempo Matteo collabora con alcune agenzie di Milano che lo portano a lavorare in varie produzioni come “I soliti idioti” su MTV, “Ma che bella giornata” di Checco Zalone e la pubblicità per “Fratelli Rossetti”. Successivamente ritorna a dedicarsi alla danza moderna e contemporanea, partecipando con la scuola "Studio Danza" a spettacoli come "life" e successivamente protagonista in "Il baule magico" dove vestirà i panni di un eccentrico personaggio un po' bohèmien e sognatore con le coreografie di Arianna Menichetti al Teatro Nuovo di Verona . Nel 2010 Matteo incontra il cast del Cleriko show e così inizia ad esibirsi al “Che sera stasera show” spettacolo di cabaret e trasformismo, il suo ruolo assume varie sfaccettature che vanno dal presentatore elegante e formale a quello spiritoso e carismatico, dal ballerino dinamico e divertente al predicatore attento alle regole e agli eccessi. Nel 2011 partecipa alla nuova campagna pubblicitaria della Scuola di recitazione del teatro Stabile di Verona che lo vedrà impegnato anche nella presentazione dei corsi con delle esibizioni in teatri e svariate location. Con la fotografia Matteo ha un buon rapporto e realizza due progetti: il primo “life theater” all’interno della bellissima sala ottocentesca del teatro Nuovo, con una serie di immagini e foto che percorrono gli spazi classici del teatro abbinati a piccoli video di un “finto” backstage fotografico e il secondo”fashion stile”, decisamente piu underground e vintage, sulle rotaie di un binario dismesso in un area ex industriale di periferia per alternare i diversi spazi e ambienti. A conclusione della sua esperienza veronese ha la possibilità di avvicinarsi per la prima volta alla commedia dell’arte con la compagnia “La maschera” che, metterà in scena l’opera di Goldoni “La Bancarotta” ossia Il mercante fallito, testo non molto conosciuto al grande pubblico ma di grande intensità e attualità e a Matteo viene affidato il ruolo di Leandro, figlio di Pantalone che dovrà risollevare l’economia della famiglia, che grazie ai vizi del padre si era trovata in rovina.