SUSANNA COSTAGLIONE

Presentazione

Dati personali

Nome: SUSANNA COSTAGLIONE
Colore degli occhi: Marroni
Colore dei capelli: Biondi
Altezza (cm): 100
Peso (Kg): 59
Taglia: 44
Scarpe: 39
Cappello: 57
Data di nascita: 19/11/1962
Luogo di nascita: RAVENNA
Sesso: F
Residenza: PESCARA PE Domicilio: MIRA PE

Percorso Formativo

Susanna Costaglione Sintesi curriculum artistico Susanna Costaglione comincia la sua attività di attrice nel 1982 con il regista G. Emiliani a Venezia, lavorando principalmente su testi di teatro contemporaneo e di poesia. Sempre con Emiliani è interprete dello spettacolo "Il Giuocatore" di Carlo Goldoni. Dal 1986 prende parte ad alcune produzioni della Compagnia Giorgio Albertazzi e nel ‘88 lavora con Albertazzi nel “Peer Gynt” con l’Orchestra e Coro del Maggio Fiorentino. Nel 1990 viene segnalata al Premio Internazionale di Teatro “Roberto De Monticelli”. Nello stesso anno per Matera Sassi organizzata da RAI 1, Radio 1, Audio box, è l’interprete dell’opera musicale “Gargan’Suite” di N. Cisternino. Debutta dal ‘91 al ’94 al Festival Santarcangelo dei Teatri con spettacoli da Buchner e da Brecht e nel ‘95 al Festival di Volterra, sempre per la regia di Claudio Di Scanno con il quale lavora dal 1992 nella Compagnia Drammateatro. E’ protagonista nel “POUR EN FINIR…(Evocation)” di Antonin Artaud, lavoro nel quale l’attrice esprime ai massimi livelli la sua tensione verso la ricerca di un corpo-voce. Ad Ottobre 2004 nello spettacolo “Il Gaddus in Abruzzo” lavora con l’attore Leo Gullotta e il compositore Luis Bacalov, su testi di Carlo Emilio Gadda. Nell’estate 2005 interpreta il ruolo maschile di Prometeo nel PROMETEO incatenato di Eschilo riscuotendo un notevole successo di pubblico e critica. Riceve il Premio Speciale Franco Enriquez come attrice protagonista dello spettacolo artaudiano POUR EN FINIR. A settembre è stata invitata al Festival Dantesco a Ravenna svolgendo un personale percorso di lettura del Paradiso della Divina Commedia di Dante. Nell’estate 2006 debutta come protagonista nell’ Antigone di Bertolt Brecht, produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo. Il 30 agosto riceve per il secondo anno consecutivo il Premio Franco Enriquez per la migliore interpretazione femminile per il monologo Musi Neri che rievoca la tragedia alla miniera di carbone a Marcinelle in Belgio nella quale morirono 262 minatori, metà dei quali italiani e di cui la maggior parte abruzzesi In ottobre è stata invitata al COLUMBUS Centre di Toronto con una lettura di poesia da Dante e di diversi autori italiani per il Trentennale della fondazione del Centro di Cultura Italiana in collaborazione con la The Dante Society of Toronto. A novembre partecipa a “XI Festival Internacional MADRID SUR” con l’Antigone di Brecht. A febbraio 2007 lavora con il regista Giuseppe Emiliani in qualità di protagonista nello spettacolo Tu non sai cos’è l’amore, tratto dall’omonimo romanzo di Marco Franzoso. Produzione Teatro Fondamenta Nuove di Venezia. Estate 2007: Orestiade, produzione Drammateatro e Teatro Stabile d’Abruzzo. L’attrice interpreta il ruolo di Clitennestra

Dati professionali

Data di iscrizione alla lista collocamento lavoratori spettacolo: 1981-08-04
Numero matricola ENPALS: 06/657871
Si propone per: Attore/attrice